Menu

Tennis Uisp Bologna: “Lavorare per soddisfare al meglio tutte le esigenze dei nostri tesserati”

Sono numeri importanti quelli raggiunti dal settore Tennis Uisp di Bologna, ormai una realtà sempre più radicata nel territorio bolognese.

 

L’anno agonistico è appena trascorso ma uno nuovo, dietro l’angolo, sta per prendere piede, con la solita voglia e passione da parte di tutti i nostri tesserati, secondo le parole di Michele Contento, coordinatore del Settore Tennis Uisp di Bologna. Si riparte sull’onda dell’entusiasmo, con il campionato di soli doppi “Città di Bologna” aperto alle categorie maschili, femminili e misto, che prenderà piede alla fine del mese per arrivare sino a Novembre. Continua il “Campionato Bolognese”, ormai storico evento giunto alla sua 23° edizione, strutturato in due singolari e un doppio che vede la presenza, oltre ai circoli affiliati Uisp, anche di quelli non affiliati. Queste due grandi attività agonistiche, che rappresentano le basi ed il sostentamento per le attività del tennis Uisp, hanno mostrato un bilancio importante per la stagione appena trascorsa con la presenza di 50 squadre complessive, riuscendo a coprire tutto il bacino tennistico della provincia di Bologna.

Il tennis Uisp conta 2.500 tesserati; numeri alti se si considera che l’Associazione non detiene nessuna gestione di circoli tennis. Numeri che fan ben sperare e che portano ad una nuova filosofia del Tennis che vuole essere più vicina alle esigenze del tennista, sempre più impegnato e sempre più fuori dalla competitività agonistica. Merita attenzione la nuova attività di tornei individuali, dal titolo “L’Altro Tennis”, creato appositamente per le esigenze del circolo e del giocatore. Lo schema creato, secondo Contento, prevede la possibilità di iscriversi a tornei Uisp con un costo minimo dove, nel caso di passaggio del turno, il tesserato può continuare a giocare pagando solamente la quota campo; una scommessa conveniente oltre che vincente.

Sulla filosofia dell’essere più vicino al tesserato, merita attenzione anche la novità inerente alla classifica verticale che, rispetto a quella orizzontale, permette di creare maggior omogeneità tra i partecipanti ai tornei (circa 750), prevedendo 5 livelli di tornei (Open, Eccellenza A, Eccellenza B, Amatoriale A, Amatoriale B) dove ogni partecipante può accedere secondo il proprio livello agonistico. Tutto ciò al fine di garantire una qualità delle gare livellata, sia per le singole prestazioni, sia per lo spettacolo.

Le prospettive e le sensazioni per il futuro sono buone, visti anche i 72 tornei svolti nell’anno appena trascorso e che al 99% saranno riconfermati nei numeri e nei partecipanti, soprattutto se le attività organizzate sono in linea con il motto “Sport per tutti”, dove sono le attività ad adattarsi alle esigenze dei tesserati.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email