Conosciamo i nostri campioni: Zardi Mattia

Continuiamo i nostri incontri con alcuni degli atleti bolognesi che hanno vinto il titolo nazionale ai recenti campionati nazionali di Categoria. Oggi parliamo con Zardi Mattia  della ImolaRoller, campione nazionale nei Master Maschile Libero che ha accettato questa breve intervista che ci permette di conoscerlo meglio.
Ciao Mattia, complimenti per il titolo conquistato al campionato nazionale a Calderara di Reno raccontaci qualcosa di te.
Sono nato a Faenza il 12/11/1996, ma abito a Imola.

Cibo preferito ?
Il cibo che preferisco sono sicuramente le lasagne al forno di nonna Elena.

Hai un cantante o gruppo preferito ?
La mia cantante preferita è Laura Pausini.

Quale scuola frequenti e come va scolasticamente ?
Frequento l’ultimo anno di Scienze Motorie, mi sono rimasti solo tre esami e ad Ottobre posso conseguire la laurea; tenendo in considerazione gli impegni sportivi sia da atleta che da allenatore, posso ritenermi molto soddisfatto del mio percorso scolastico.

A quale età hai iniziato a pattinare e cosa ti ha spinto verso questo sport ?
Ho iniziato a pattinare all’età di quattro anni e, come spesso accade, anche per me è successo in maniera del tutto casuale: un pomeriggio estivo, mentre ero al parco con nonna Edera (ex pattinatrice), ho visto un gruppo di bambini allenarsi, ho voluto mettere subito i pattini ai piedi e da allora non li ho ancora tolti.

Quante ore ti alleni a settimana per ogni specialità ?
Mi alleno quattro volte a settimana per circa un’ora e mezzo, invece per coppia, altra specialità che esercito, tutti i giorni per circa due ore. Due volte a settimana vado in palestra.

Quale è il salto che ti piace di più eseguire ?
Il salto che preferisco è il doppio Ritt, forse perchè è una difficoltà che ho imparato abbastanza velocemente.

Progetti per il resto della stagione ?
Per le gare di singolo la stagione si è conclusa con il Campionato italiano UISP di Calderara, perchè, per motivi scolastici, sono costretto a rinunciare a quello FISR; in coppia invece l’obiettivo è sicuramente quello di svolgere un buon campionato FISR a fine Luglio (incrociamo le dita).

Cosa sogni per il tuo futuro nel pattinaggio ?
Ormai vista la mia età la carriera da atleta sta volgendo al termine, ma è solo all’inizio quella da allenatore.

Come ti vedi tra 15 anni ?
Fra quindici anni mi vedo sicuramente non più coi pattini ai piedi, ma spero ancora in questo “ambiente”, con la speranza che magari un futuro figlio possa appassionarsi a questo bellissimo sport che a me a dato davvero tanto.

Siamo arrivati alla conclusione di questa breve intervista e ti ringraziamo per la disponibilita. Vuoi fare dei ringraziamenti per questo successo ?
Ringrazio subito la mia famiglia genitori, nonni e zii che fin da piccolo hanno creduto in me, mi hanno sostenuto, incoraggiato e motivato, un grazie speciale a nonno Renato che tutti i giorni mi veniva a prendere da scuola e mi portava in pista.
Voglio ringraziare la mia allenatrice di sempre Francesca Colombo che, nonostante quest’anno abbia deciso di ritirarsi, mi è sempre stata vicino; ringrazio le nuove allenatrici Jessica e Veronica e naturalmente tutta la mia società, l’Imola Roller.
In ultimo ringrazio Andrea Bassi per le coreografie e Maria Rita Zenobi per la parte di coppia.
Un ringraziamento particolare va a tutti i compagni di allenamento.
Infine ringrazio voi del Pattinaggio Provinciale Uisp per questa bellissima intervista.

Ringraziamo la società Imola Roller per avere autorizzato questa intervista.

A cura di A. Atti: pattinaggio@uispbologna.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email