Sara Sgarzi festeggia il compleanno con due bronzi nella Squadra e nel Combo

Il compleanno è più bello, quando lo si passa insieme. E ancor di più, se lo si festeggia su un podio europeo, con una medaglia al collo. L’Italia conquista il bronzo sia nella Squadra che nel Libero Combinato, prova che chiude gli Europei al Pieter Van den Hoogenband Stadium, e dedica la medaglia a Sara Sgarzi, 26 anni domenica passata, una delle colonne della Nazionale, con la calottina azzurra dal 2005.
“Dedichiamo questa medaglia a Sara (Sgarzi, ndr) per il suo compleanno – racconta Manila Flamini, 24ennecapitano delle azzurre – siamo contente, le sensazioni in acqua erano buone. Abbiamo molto da lavorare, ma possiamo crescere tanto”.
“Con i due bronzi ci siamo fatte tutte un bel regalo – dice Sara Sgarzi, nata a Bologna, tesserata per Fiamme Oro e Uisp Bologna e allenata dal tecnico Giovanna Burlando, entrata in Nazionale nel 2005 insieme a Manila Flamini – Mi è capitato spesso di festeggiare il compleanno in Nazionale, con due medaglie al collo è decisamente più bello!”. L’azzurra dopo il pranzo finale ha spento le candeline insieme al resto della squadra. “Siamo un gruppo unito e coeso, possiamo arrivare in alto”.
“Abbiamo trovato nuovi stimoli – aggiunge Giovanna Burlando, tecnico di Sara Sgarzi e coreografo azzurro – Non è facile trasmettere alle ragazze questo desiderio di allenarsi e faticare. I lavori che ho proposto come coreografa sono tutti in fase di sviluppo, possiamo migliorare insieme: bisogna portare le atlete all’interno dell’esercizio. In questa fase, però, il risultato è più che soddisfacente”.
Alla chiusura degli Europei, con l’Italia di bronzo nella Squadra e nel Combo, il quarto posto del Duo Lapi-Perrupato e il quinto di Cerruti nel Solo, il Ct Patrizia Giallombardo si è detta soddisfatta della selezione azzurra.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email