Marco Orsi oro europeo… a sua insaputa

Si è saputo solo in questi giorni che il dorsista russo Vitaly Melnikov è stato squalificato dal FINA Doping Panel per due anni (dal 12 dicembre 2013 al 12 dicembre 2015) perché risultato positivo all’EPO in un controllo effettuato nel corso dei campionati europei di nuoto in vasca corta, svoltisi nel dicembre 2013 ad Herning in Danimarca.
A seguito della squalifica, la staffetta 4×50 mista maschile composta da Stefano Mauro Pizzamiglio (23″74), Francesco Di Lecce (26″07), Piero Codia (22″59) e dallo sprinter del Circolo Nuoto UISP Marco Orsi (20″43) conquista la medaglia d’oro col tempo di 1’32″83.
Questo oro continentale, anche se arrivato a 15 mesi di distanza dalla prestazione, non è da sottovalutare perché consente al velocista del Presidente Riccucci di arricchire il proprio palmares di un titolo continentale bissando l’oro europeo conquistato sempre con la staffetta mista a Stettino 2011, dove però aveva portato a casa anche il titolo nella 4 x 50 stile libero.