Coppa caduti di Brema positiva per il CIENNE con un tifo eccezionale sulle tribune

Ultima gara dell’anno solare per il Cienne ieri a Riccione. Come di consueto, coincide con la fase regionale della Coppa Caduti di Brema che determina le classifiche nazionali per accedere alla fase finale del Campionato nazionale a squadre di A1 e A2.

Sugli spalti dello Stadio del Nuoto di Riccione, oltre ai tecnici e atleti, tanti piccoli giovanissimi delle nostre leve sono accorsi per fare il tifo per i colori gialloblu e ammirare le gesta di tanti atleti di livello internazionale, presenti alla manifestazione. Un particolare ringraziamento agli ideatori e accompagnatori dei bimbi, Andrea Colabella, Pasquale De Laurentis, Mauro Gadignani, Antonio Pantaleo e Lorenzo Tognini.

Veniamo alla gara, il settore maschile capitanato da Marco Orsi, vincitore in due gare, 50 e 100 stile e secondo nei 100 dorso, con ottime prestazioni cronometriche, ha guidato i compagni ad un meritato primo posto di squadra con 12.537 punti, davanti a De Akker e Imolanuoto. Tante le belle prestazioni dei ragazzi in acqua, tra le quali il 100 rana di Zaccaria Casna al personale in 58”37, bene anche sui 200 rana 2’09”74, il 100 farfalla di Simone Geni da 51”55 e le due staffette 4×100 mista e 4×100 stile alla vittoria con tempi di rilievo, 3’31”72 e 3’14”77. Consistenti le prove anche degli altri, con Matteo Filippi al migliore nei 1500 stile in 16’04”, Fabien Marciano, Francesco Martelli, Alberto Tabarroni e Sem Andreis con un’ottima frazione a stile in staffetta.

Il settore femminile è stato encomiabile, tutte si sono battute alla grande con bellissime prestazioni, a partire dalla capitana Martina Grimaldi, vittoriosa negli 800 stile, seguita da Sara Alesci, Eleonora Casarotto, Sara Covella, Lucrezia Fiorucci, Elisa Maloni, Ilaria Manzella e Giada Martinelli. Purtroppo, con l’assenza di Lucia Martelli bloccata negli Stati Uniti per una brutta influenza e con la sanguinosa squalifica della 4×100 mista, le nostre ragazze non hanno registrato il punteggio finale che si meritavano, 10.902, per un terzo posto totale dietro Azzurra’91 e Imolanuoto. Peccato davvero.

Ora però, arriva il momento in cui staccare la spina per qualche giorno e dedicarsi ai pranzi e cena con famigliari e amici, prima di riprendere gli allenamenti.

A staff tecnico, atleti e genitori, un augurio di Buon Natale e straordinario 2019 e forza Cienne!