Menu

Calcio e Resistenza in Rojava- Il Calcio tra Propaganda Turca e Resistenza

Hic Sunt Leones Football Antirazzista e UISP Emilia Romagna presentano:

Martedì 19 Novembre

ore 19:30c/o Circolo OffSide Pescarola , via Zanardi 230 – Bologna

Il 9 ottobre, il Governo di Erdogan ha lanciato l’offensiva “Sorgente di Pace” verso i territori del Rojava in Siria.

Davanti al sollevarsi di critiche della comunità internazionale, il Governo Turco ha dispiegato la macchina della propaganda, coinvolgendo, come sempre ha fatto, anche il mondo del Calcio.

Diversi giocatori turchi si sono schierati a favore dell’operazione, tra questi Demiral, Ozil, Chalanoglu per citare i più famosi,inoltre la nazionale di Calcio si è esibita nel cosiddetto Saluto militare, dei suoi giocatori, al termine della partita Albania- Turchia del 12 Ottobre.

Ancora una volta lo sport viene utilizzato dal potere per affermarsi e propagandare le proprie idee, ma c’è anche l’altra parte della medaglia, come l’esperienza dell’ Amedspor, del St. pauli, del giocatore curdo Deniz Naki, dei messaggi di Claudio Marchisio e l’impegno delle tifoserie, sia turche che europee, oltre che le esperienze dello sport popolare.

Ne parliamo con :

Daniela Wurbs – St. Pauli

Nicola Sbetti -Insegna storia dell’educazione fisica e dello sport all’Università di Bologna.Si occupa in particolare del rapporto tra sport e politica internazionale.

Davide Drago: piattaforma SportAllaRovescia.it, promotori della campagna “No alla Finale di Champions a Istanbul”

Friedmann Pitschak: produttore del documentario Ayaktakimi sulle tifoserie turche. Fa parte della rete delle tifoserie tedesche che supportano l’ Amdespor con progetti di cooperazione e finanziamento

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email