Castelmaggiore: alla corrida del progresso record della corsa nel ricordo di Vincenzo Ferrone

Nella gara dei record dove in tanti finiscono per segnare il Pb, alla fine il record c’è scappato davvero.

Resisteva dal 2001 il primato di 1:06:47 nella mezza di Castelmaggiore, valida per il Campionato Provinciale Uisp di corsa su strada. Domenica scorsa Najibe Marco Salami, forte atleta di Ostiglia in forza all’Esercito, ha però fermato il crono a 1.06.38, vincendo l’edizione 2018, precedendo Stefano La Rosa, atleta dei Carabinieri Bologna, e Vasyl Matviychuk, campione ucraino che corre per la Gabbi Bologna. Ma tutti gli atleti hanno tagliato il traguardo praticamente insieme e con lo stesso tempo. Alle loro spalle i fratelli Emanuele ed Elia Generali del Castenaso Celtic Druid che due settimane fa avevano dominato il Trofeo Via Larga.

Quale miglior modo per ricordare Vincenzo Ferrone, presidente della Polisportiva Progresso e sottoufficiale del Genio ferrovieri scomparso nell’ottobre scorso, che di questa manifestazione è stato il simbolo. Il suo impegno ed entusiasmo sono stati ricordati in una commossa cerimonia dal sindaco Belinda Gottardi, dall’assessore Barbara Giannerini, da dirigenti della polisportiva e rappresentanti del Genio ferrovieri. Presenti anche i figli di Ferrone che hanno dato il via alla gara con 863 partenti, quasi tutti poi giunti al traguardo.

Fra le donne Daniela Ferraboschi (Atletica Mds Panaria Group) ha fatto il bis con un crono di 1:22:50. Sul podio anche Rachel Burgess della Polisportiva Pontelungo e Francesca Battacchi tesserata per l’Acquadela Bologna. Infine, erano un centinaio i piccoli atleti che hanno animato le categorie giovanili in una mattinata gelida che non è certo un fatto inedito per la gara di Castelmaggiore.

Antonio Apruzzese