Editoriale, Bologna Febbraio 2017

Sportpertutti

Focus » COMUNICARE
Si può scegliere di NON comunicare come strategia di comunicazione. Non è il nostro caso. Cerchiamo di mettere a disposizione più strumenti possibili per facilitare l’informazione con i nostri soci e le società sportive. Ma non siamo (mai) soddisfatti e non ci fermiamo.
Nei prossimi mesi vedrete un sito completamente rinnovato e cercheremo di perfezionare i servizi legati alla velocità di informazione rispetto ai campionati e tornei.
Anche la pagina Facebook di Uisp cerca di trovare dei contenuti che vorremmo passarvi perché li riteniamo coerenti con il nostro essere ed utilizziamo il social di Zuckerberg per le dirette dei nostri eventi proprio per la facilità con cui possiamo raggiungere capillarmente tanti di voi.
Abbiamo anche altre idee in testa, per offrire maggiori SERVIZI ad esempio alle nostre società sportive diminuendo le “distanze” e velocizzando alcune procedure, nel rispetto delle norme regolamentari che come sapete non dipendono dalla nostra volontà.
Da un anno questa rivista è in versione solamente digitale, ma su una piattaforma raggiungibile e dove potrete scaricare anche il file per tenerlo sempre con voi.
Abbiamo pensato che potesse essere importante mantenere la rivista come organo informativo e in cui affrontare temi di politica sportiva più complessi da affrontare altrove.
Insomma cerchiamo di differenziare le modalità di comunicazione ed usare i tanti strumenti che sono a disposizione grazie al web.
Noi ci siamo, grazie per il vostro affetto!
Il Direttore e il Comitato di Redazione

L'UISP - Unione Italiana Sport Per Tutti è un'associazione senza fine di lucro, fondata nel settembre 1948 (a Bologna), riconosciuta dal CONI come ente di promozione sportiva, e dal Ministero dell'Interno, quale Ente con finalità assistenziale. Uisp viene definita da molti come l’Associazione dei diritti, dell'ambiente, della solidarietà e organizza lo sport per tutti, per i cittadini di ogni età e sesso, ceto e colore della pelle.
Mi sembra importante ogni tanto tornare alle nostre radici per cercare di ricordarci chi siamo e cosa siamo chiamati a fare. Siamo all’inizio di un nuovo mandato e vedo tanto entusiasmo e aspettative intorno a me e a tutto il gruppo dirigente.
La voglia di fare è importante e fondamentale ma dobbiamo cercare di riassaporare lo spirito associativo che ci deve contraddistinguere: questo non significa non fare le cose per bene e con professionalità, ma al contrario mettere il cuore oltre gli ostacoli ed usare le nostre capacità, il nostro DNA per guardare avanti e migliorarci. Se ci fermassimo a rimirarci e a guardare i numeri che abbiamo raggiunto faremmo un grosso errore strategico.
Ecco perché vorrei invitare tutti quanti noi a metterci quella passione e quell’umiltà, quella disponibilità e quel cuore che possano farci superare le difficoltà legate alla nostra natura rispetto ad altri che con altre finalità stanno sul mercato insieme a noi, ma che possiedono ben altre risorse ed altre prospettive.
Dobbiamo partire dalla qualità e da un’offerta qualificata ma coerente con il nostro essere sportpertutti, senza metterci in competizione con un mondo federale che non ci appartiene e destrutturare senza paura le nostre proposte, adattandole ai contesti in cui siamo.
Ci manca, forse, un po’ di quella sana incoscienza (che chiamerei in modo un po’ forte “coraggio”) di chi non ha sessantanove anni di esperienza alle spalle e che talvolta rischia di guardarsi troppo indietro dimenticandosi delle sfide più lontane.
Forza Uisp, forza amici!
Gino Santi

 

Iscriviti alla Newsletter del Comitato

Facebook Twitter YouTube Feed RSS