Bologna

Grazie Bologna

Una splendida giornata” cantava Vasco Rossi negli anni 80.
Quasi 36 anni orsono come le edizioni di StraBologna, che anche nel 2015 si è dimostrata la stracittadina più amata e seguita da sportivi e non.
E’ la festa di tutti, come continuano a definirla gli organizzatori e la Uisp.
Ha vinto la solidarietà ed il divertimento.
Oltre diecimila le presenze, i dati ufficiali ancora non sono pervenuti ma il progetto Sierra Leone di Emergency (a cui andava 1 euro per ogni iscrizione) potrà godere di un contributo interessante, che verrà formalizzato solo nelle prossime settimane.
Andando con ordine la mattinata è stata subito calda: tornato a splendere il sole sul crescentone Gigi, Donata e Luca hanno ulteriormente riscaldato e intrattenuto gli iscritti in attesa del via, grazie a StraBiglio e i Vip Clown.
Un bello spettacolo, concluso con i Twister Hills e i Calisthenics per ricordare che il 30 e 31 Maggio Uisp sarà protagonista a the JamBO in Fiera.

C’era anche lo staff di Bologna Fiere per The JamBO, insieme a rappresentanti del mondo dello sport bolognese: Stefano Michelini (Presidente Unipolsai Fortitudo Baseball), la campionessa del nuoto Uisp e mondiale Martina Grimaldi e un cordone spettacolare formato dai Seahawks, le Neptunes e i “mini” Doves sui nastri a “contenere” il fiume dei diecimila.
Sono arrivati gli immancabili amici di StraBologna come Marco Macciantelli, Lorenzo Lo Preiato, Benedetto Zacchiroli a rappresentare il Comune di Bologna (l’Assessore Rizzo Nervo fermato a letto da un malessere di stagione) a salutare il presidente Uisp Fabio Casadio, Mauro Rozzi (numero uno della Uisp Emilia Romagna) e il Responsabile Sport de il Resto del Carlino Franco Caniato.
Dopo due anni di assenza è tornato anche Gianni Morandi, osannato e assolutamente il più immortalato.
Alle 10.15 la starter Martina ha dato il via e chi c’era ha potuto assistere ad uno spettacolo di un fiume rosso (come il colore delle maglie del 2015).
Alle 10.30 al ritmo dei “Latte Rock” di Toni Cuccaro (che ha studiato una sigla ad hoc) sono partite le scuole, sempre con Martina e StraBiglio a dare il via.
Chi non conosce bene StraBologna si chiederà chi ha vinto, ma nello spirito della manifestazione tutti sono stati i vincitori.
Nessun cronometro nei tre percorsi, ma solamente “promozione del benessere attraverso il movimento, magari in compagnia, divertendosi”. Questo il leit motiv di Uisp, ribadito da Fabio Casadio anche in questa occasione.
Percorso studiato per non incrociare il “cantierone” ma anche per passare in alcuni luoghi della memoria (resi visibili ai partecipanti e ai passanti grazie ai totem posizionati da Piantiamo La Memoria).
Era annunciato e non è voluto mancare anche il Sindaco di Bologna a fine camminata per salutare il fiume dei partecipanti e premiare le scuole e i vincitori del concorso per i gruppi.

Virginio Merola che ha premiato personalmente i vincitori del Gran Prix Emil Banca, giunto alla decima edizione, che porta l’atletica tra i bambini delle scuole di Bologna e provincia per promuovere questa disciplina così educante. Michele Tana di Emil Banca sul palco ha consegnato ai vincitori del Gran Prix i premi in denaro che l’istituto ha voluto donare alle insegnanti.
Contributo fondamentale quest’ultimo per StraBologna e l’attività con i ragazzi, che si rinnova da un decennio.
Ma anche altri partner hanno voluto essere presenti e si sono prodigati per mettere in palio premi. Come ad esempio il Centro Commerciale Via Larga e il Conad Ipermercato, che oltre al ristoro, alla promo del buono spesa pari al costo dell’iscrizione hanno anche voluto dispensare altri buoni.
Tanti partner anche mediatici, come il Resto del Carlino che con Franco Caniato ha premiato i bambini e con il responsabile eventi e marketing Pierluigi Masini (capigruppo di alcuni corridori della testata che si sono iscritti alla manifestazione) che ha consegnato abbonamenti digitali.
C’era Radio Bruno, colonna sonora della StraBologna da parecchi anni. C’era Telecentro a dare la diretta.
Tornando ai partner commerciali presenti anche Weleda, CaffItaly e Mizuno con i premi per i gruppi.
(In allegato potrete trovare tutte le classifiche e l’elenco dei premiati.)
Sarebbero troppe le persone da citare, il Grazie che speriamo che ci aiutiate a dare, è davvero a tutti.
Certo è che l’edizione 2015 non sarebbe stata la stessa senza i volontari di Emergency, il gruppo di Piantiamo La Memoria (protagonista del sabato), il Collegio Ipasvi di Bologna, l’Ambulatorio Didattico di Podologia dell’Alma Mater, Succede Solo a Bologna (con le oltre 300 squadre di Fotorama) e tanti altri.
Franco Carati ed il Comitato Organizzatore possono ritenersi davvero soddisfatti.
Le manifestazioni di affetto e i feedback dai social sono più che positivi.
Ma vedere i visi ed i sorrisi di diecimila persone sulla nostra Piazza è il più bel risultato.

Grazie Bologna!

Le Classifiche

Guarda il Video